Normative e requisiti di qualità in fattoria didattica

Normative in fattoria didattica
informazioni

Fondamentale è
l'autenticità dell'azienda
agricola e il rispetto dei ritmi della natura e della vocazione aziendale. E' importante utilizzare forme di promozione "studiate" e mirate verso target specifici.


Per aprire una Fattoria Didattica bisogna essere anzitutto una Fattoria.

Le Fattorie Didattiche sono per prima cosa delle aziende agricole in piena regola portate avanti dalla produzione e dal lavoro degli agricoltori. La parte didattica rappresenta una "sezione" del lavoro in Fattoria, una porzione di tempo messo a disposizione per accogliere gruppi scolastici, famiglie, singoli consumatori, per la proposta di attività di educazione alimentare e agro-ambientale.

LA QUALIFICA

In Italia a rilasciare la qualifica sono le singole amministrazioni regionali, solitamente la decisione si basa sul rispetto di alcuni parametri definiti dalla “Carta della qualità”.

Requisiti fondamentali perché un'azienda venga considerata “didattica” sono:

  • Produzione biologica, integrata o tipica di qualità
  • Disponibilità e adeguatezza di luoghi da dedicare all'attività didattica
  • Partecipazione dell'agricoltore a dei corsi di formazione specifici
  • Attività didattica organizzata
  • Sicurezza sanitaria e fisica

LA CARTA DI QUALITA'

La Carta della qualità delle fattorie didattiche è un documento che riassume i requisiti e gli impegni che sono tenuti a rispettare le aziende aderenti. In Italia sono le singole amministrazioni regionali a decidere quali fattorie possono diventare “didattiche”. La decisione si basa sul rispetto dei parametri stabiliti dalla Carta della qualità.

PERCHÉ APRIRE UNA FATTORIA DIDATTICA?

I motivi principali che spingono un imprenditore agricolo ad aprire una Fattoria Didattica sono diversi. Da un lato c'è l'esigenza di comunicare direttamente con il cittadino per ridurre la distanza tra il consumatore di beni finiti e l'origine degli stessi, dall'altro l'esigenza di incrementare il reddito aziendale e generare nuovo reddito diversificando le attività.

Fondamentale è l'autenticità dell'azienda agricola, il rispetto dei ritmi naturali nella realizzazione dei vari percorsi, il rispetto della vocazione aziendale, ciò che l'azienda offre deve essere la propria realtà aziendale, il rispetto del proprio lavoro, anche se utilizzando forme di comunicazione e di promozione "studiate" e mirate a target specifici.

LA LEGGE ITALIANA A TAL RIGUARDO:

Nazionale

DECRETO LEGISLATIVO n. 228 del 2001 - Orientamento e modernizzazione del settore agricolo, a norma dell'articolo 7 della legge 5 marzo 2001, n. 57 Circolare n. 22/e del 2008 - Esenzione IVA delle prestazioni educative e didattiche

Regione Emilia-Romagna

LEGGE REGIONALE n.4 del 31/03/09

Sicurezza

DECRETO LEGISLATIVO n. 81 del 2008 - Testo unico sulla sicurezza sul lavoro
DECRETO MINISTERIALE n. 388 del 2003 - Disposizioni sul pronto soccorso aziendale
DECRETO LEGISLATIVO n. 626 del 1994 - Miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro

Privacy

DECRETO LEGISLATIVO n.196 del 2003