Aprire o diventare una fattoria didattica

informazioni

Diventare una fattoria
didattica richiede una pianificazione attenta e ben studiata, un piano operativo
commisurato con le potenzialità di ogni azienda. Segui passo per passo i nostri consigli.

Non si può diventare una Fattoria Didattica dal giorno alla notte, per aprire una Fattoria Didattica è necessario organizzare la nascita della nuova sezione didattica nell'azienda agricola secondo un iter ben definito.

Ecco alcuni suggerimenti passo dopo passo.

PASSO UNO: FACCIAMOCI UN'IDEA

Redigere un quadro completo delle risorse che l'azienda possiede e che pensa di mettere in gioco. Ogni azienda avrà della disponibilità e delle opportunità diverse a seconda della tipologia di produzione, della zona, della quantità di risorse umane a disposizione. E' bene individuare le potenzialità della propria attività e cercare di sfruttare il più possibile le infrastrutture già presenti, almeno in un primo momento.

In questa fase è utile pensare a come riorganizzare le attività del personale dell'azienda che, con opportuni aggiustamenti, potrà essere liberato da determinate incombenze aziendali per dedicare parte del suo tempo all'attività di agriturismo.

Devono quindi essere fatti due elenchi: nel primo saranno elencate le risorse già immediatamente disponibili (es. un edificio rurale da tempo abbandonato), nel secondo quelle potenziali (es. un terreno ora coltivato, ma che si presterebbe molto bene per ospitare un agricampeggio).

PASSO DUE: IL FATTORE TERRITORIO

Le caratteristiche del territorio vanno analizzate con precisione, anche se di fatto l'esperienza fatta dalle aziende che già operano in Italia mostra non pochi casi di fattorie didattiche perfettamente sviluppate anche se nate in aree oggettivamente svantaggiate. A fare la differenza sono soprattutto un'offerta valida e una promozione pubblicitaria mirata.

PASSO TRE: COSA OFFRIRE?

È giunto il momento della scelta del tipo di ospitalità agrituristica da organizzare. Inizialmente si lavora su una prima ipotesi, per poi rivederla in base ai dati che emergeranno durante l'analisi.

  • È indispensabile stabilire un rapporto con altre fattorie didattiche. Una volta verificate le condizioni minime per poter partire, diventa fondamentale ottenere dei consigli di qualche esperto del settore, che verifichi e corregga il "piano" di massima elaborato dall'imprenditore, informando anche circa eventuali risorse finanziarie pubbliche disponibili.
  • Sarà bene visitare aziende operanti nel settore: dedicare qualche giorno e risorsa per questo scopo non è una spesa inutile e può aiutare notevolmente ad acquisire dati e suggerimenti pratici su come funziona ed è organizzata un'impresa di questo tipo.

PASSO QUATTRO: AL LAVORO!

Con il piano operativo in mano e presa la decisione sul tipo di fattoria didattica da allestire, l'imprenditore deve programmare i vari tipi di interventi necessari per avviare l'attività.

Nota Bene: prima di procedere con i lavori è consigliabile prendere subito contatti con l'A.s.l. di competenza per tenere conto dei criteri da loro adottati per dare la certificazione, prima di attuare il progetto definitivo di ristrutturazione.